Milano, i senzatetto sono 2.600

Gli studenti-volontari di Bocconi e altri atenei della città hanno contato le persone senzatetto nel 2018 a Milano, uno su quattro non cerca riparo nei dormitori.

I numeri: Sono 2.608 le persone senza dimora contate a Milano nel 2018. Di queste, 587 sono state individuate in strada, mentre 2.021 in strutture di accoglienza notturna. Rappresentano lo 0,2% della popolazione cittadina, ovvero 2 persone ogni 1.000 abitanti, dato in linea con quello di altre grandi città europee.
Milano, i senzatetto sono 2.600

La prima chiacchierata con un senzatetto

Sono passati quasi 3 anni e più di 60 persone fanno parte di [!N]Difference.
Oggi vogliamo rispondere ad una delle domande che ci vengono poste dai volontari prima di vivere la loro prima uscita e la loro prima chiacchierata con un senzatetto.

Ma voi come fate per avere il primo approccio con un senzatetto?

[!N]Difference nasce con lo scopo di creare un rapporto, un’amicizia che si rafforza settimana dopo settimana, ma come ogni rapporto ha sempre un inizio da affrontare. La prima chiacchierata con un senzatetto

A te, amico mio

Caro amico,

ti scrivo per dirti quanto tenga a te, per scrivere nero su bianco come la nostra amicizia sia diventata importante, per dirti che ogni barriera o pregiudizio è caduto dopo il nostro primo ciao e che abbiamo imparato a fidarci l’uno dell’altro.

Ho iniziato a farlo come volontariato, ma oggi questo termine si addice poco a ciò che siamo diventati perchè siamo confidenti, perchè io aiuto te quanto tu aiuti me e perchè ridiamo tanto assieme, fino alle lacrime. Credo fortemente che alla base di tutto ci sia stima e rispetto, due componenti che rendono solido e duraturo il nostro rapporto. A te, amico mio

“Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile” A beautiful mind

Cos’è il tempo, se non una pura illusione creata dall’uomo? Qualcuno potrebbe obiettare o pensare che ciò non abbia nulla a che fare con la nostra attività di volontariato, eppure noi di [!N]Difference sposiamo in pieno questa definizione. Ebbene sì, senza il tempo non avremmo i nostri soliti appuntamenti del mercoledi, ma cosa significa per noi il mercoledi sera? Spesso è quello che ci chiedono i nostri amici, quello che i nostri volontari e simpatizzanti vogliono capire, ed altrettanto spesso è quello che faticosamente i clochard faticano ad accettare. “Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile” A beautiful mind

Un pensiero felice

Peter pan diceva che per volare serve un pensiero felice.

In questa frase è racchiuso tutto il senso di Indifference, portare pensieri felici per far tornare a volare persone in difficoltà, anche se per qualche ora alla settimana.

Ore 20, puntuali al nostro ritrovo, ci dividiamo in due gruppi con l’intento di andare a trovare l’Ortolano, da qualche settimana infatti non abbiamo sue notizie. Appena arrivati, troviamo al suo posto un signore di 69 anni, che ci accoglie con un sorriso e una forte stretta di mano. È il “Circense“!

Un pensiero felice