“Scusa? Cos’è [!N]Difference?”

Non uso molto Facebook. Per qualche anno ne sono rimasto fuori. Ricordo che mi convinsi ad abbandonarlo dopo un commento fatto da una mia compagna di Liceo; non accettava il fatto che non avessi confermato la sua richiesta di amicizia.
Poi, dopo qualche anno, vidi il film “The Social Network” ed immediatamente ripresi a riflettere su questo tema. Mi ricordai del mio periodo di studi universitari in Islanda, dove trascorsi alcuni tra i più bei momenti della mia vita, imparando a conoscere meglio le mie emozioni ed affrontando per la prima volta anche la solitudine.

“Scusa? Cos’è [!N]Difference?”

Come devo comportarmi quando incontro una persona senza fissa dimora?

“La vita da senzatetto è una dura, dura lotta. Sei sempre affamato, sei sempre stanco e la società pensa sempre il peggio di te”. Gregory P. Smith è un uomo australiano… Come devo comportarmi quando incontro una persona senza fissa dimora?

Milano, i senzatetto sono 2.600

Gli studenti-volontari di Bocconi e altri atenei della città hanno contato le persone senzatetto nel 2018 a Milano, uno su quattro non cerca riparo nei dormitori.

I numeri: Sono 2.608 le persone senza dimora contate a Milano nel 2018. Di queste, 587 sono state individuate in strada, mentre 2.021 in strutture di accoglienza notturna. Rappresentano lo 0,2% della popolazione cittadina, ovvero 2 persone ogni 1.000 abitanti, dato in linea con quello di altre grandi città europee.
Milano, i senzatetto sono 2.600

A Milano i senzatetto muoiono davvero di fame?

La Fame in strada…
è forse uno dei temi più visibili, concreti e raccontati da chi guarda dall’esterno il mondo dei senzatetto.
Per fortuna però a Milano, non si muore di fame.
Ebbene si Milano su questo aspetto è davvero ben organizzata  e di ciò bisogna ringraziare in primis il Comune e le tantissime associazioni che si occupano di questa tematica.

A Milano i senzatetto muoiono davvero di fame?

La prima chiacchierata con un senzatetto

Sono passati quasi 3 anni e più di 60 persone fanno parte di [!N]Difference.
Oggi vogliamo rispondere ad una delle domande che ci vengono poste dai volontari prima di vivere la loro prima uscita e la loro prima chiacchierata con un senzatetto.

Ma voi come fate per avere il primo approccio con un senzatetto?

[!N]Difference nasce con lo scopo di creare un rapporto, un’amicizia che si rafforza settimana dopo settimana, ma come ogni rapporto ha sempre un inizio da affrontare. La prima chiacchierata con un senzatetto

“Una cosa accade soltanto se ci credi davvero, ed è crederci che la fa accadere”

“Ero un senza tetto a Dallas, Texas, alla fine degli anni Settanta, poi mi sono trasferito a Houston. Non so come ci sono arrivato (bus, autostop, non ricordo), ma sono… “Una cosa accade soltanto se ci credi davvero, ed è crederci che la fa accadere”

A te, amico mio

Caro amico,

ti scrivo per dirti quanto tenga a te, per scrivere nero su bianco come la nostra amicizia sia diventata importante, per dirti che ogni barriera o pregiudizio è caduto dopo il nostro primo ciao e che abbiamo imparato a fidarci l’uno dell’altro.

Ho iniziato a farlo come volontariato, ma oggi questo termine si addice poco a ciò che siamo diventati perchè siamo confidenti, perchè io aiuto te quanto tu aiuti me e perchè ridiamo tanto assieme, fino alle lacrime. Credo fortemente che alla base di tutto ci sia stima e rispetto, due componenti che rendono solido e duraturo il nostro rapporto. A te, amico mio

Che significato ha la Pasqua oggi?

La Pasqua cristiana è festa nazionale in Italia, viene quindi dato per scontato che tutti sappiano o debbano conoscerne il significato: un significato oltre che di morte e risurrezione, quindi vittoria della vita sulla morte, del bene sul male, anche di profondo sacrificio, il sacrificio di Gesù Cristo che si immola per l’uomo, per liberarlo dal peccato originale.
Il gesto del “sacrificio”, cosi raro e desueto in questi tempi, fa venire in mente un altro gesto, di un missionario laico di Palermo, successo a inizio di quest’anno. Biagio Conte, questo il nome del personaggio carismatico, a 25 anni lascia tutti i suoi beni materiali e la sua casa per dare vita alla “Missione di Speranza e Carità”, il cui obiettivo si rivolge alle drammatiche situazioni di povertà ed emarginazione della sua città natale.

Che significato ha la Pasqua oggi?