Ehi tu, dico proprio a te, cosa faresti al posto mio?

A chi non è mai capitato di confrontarsi, in famiglia, a lavoro o fra amici, sul tema dell’immigrazione?

Ogni giorno veniamo bombardati dai mass media che ci offrono report aggiornati sui numeri degli stranieri che arrivano nel nostro paese per svariati motivi. Qualche giornalista focalizza l’attenzione sulle problematiche della gestione di questi flussi, altri ci raccontano come sia possibile o “impossibile” convivere con persone che arrivano da terre diverse dalla nostra. Ehi tu, dico proprio a te, cosa faresti al posto mio?

[!N]Difference non conosce confini

Il nostro  “viaggio” nell’indifferenza inizia con il solito appuntamento in piazza Duomo.

C’è un bel fermento di volontari in questi ultimi mercoledì e siamo felici di poter accogliere di settimana in settimana nuovi compagni di viaggio! E che compagni! vengono da tutta Italia, ragazzi che sono a Milano per svariati motivi e che scelgono di passare il mercoledì sera in modo diverso. [!N]Difference non conosce confini

Il sogno infranto – Mercoledì 15 Novembre

Non sempre le nostre serata del Mercoledì sono allegre, macchiate da piccoli eventi che portano tristezza nei nostri amici senzatetto.

Questa è la volta dell’Artigiano, una delle persone più buone su questa terra e segnato dalle brutte situazioni che la vita ci mette di fronte.
Se vi ricordate, abbiamo conosciuto l’Artigiano circa due anni fa, poco dopo aver iniziato la nostra attività di volontariato a Milano. Un signore molto timido e pauroso, con la sua lunghissima barba bianca e il volto increspato dalle rughe. Con il tempo, senza mai essere invadenti, abbiamo fatto amicizia e abbiamo costruito con lui un rapporto unico. Il sogno infranto – Mercoledì 15 Novembre

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno- forse lo faranno tutti” – MERCOLEDI’ 18 OTTOBRE

I nostri mercoledì sono spesso attraversati da un unico grande obiettivo:” seminare “. E’ il principio che ci muove ad essere li con costanza, al fianco dei nostri amici, anche solo per ascoltare come è trascorsa la loro settimana senza sconvolgimenti ma con l’attenzione alle loro storie, che vengono da molto lontano nel tempo.

In questo mercoledì abbiamo ascoltato racconti del quotidiano che ci fanno capire come la storia di ognuno di loro, come la nostra,  sia fatta di periodi di semina e periodi di raccolto,  di come qualcuno possa aver compreso la grande importanza del seminare e qualcun’altro abbia bisogno di un aiuto per farlo.

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno- forse lo faranno tutti” – MERCOLEDI’ 18 OTTOBRE

Non più senza un tetto – Mercoledì 11 Ottobre

Questo mercoledì non riusciamo a trattenere la gioia. Il Poeta non è più senza tetto! Grazie alla sua tenacia, ha finalmente ottenuto la casa che gli era stata promessa da mesi dai servizi sociali. Ci ha confessato che quando è entrato in casa, ha chiuso la porta ed ha finalmente fatto un lungo sonno ristoratore sul suo letto, un letto vero con mura intorno e un tetto sulla testa. Ci sentiamo come genitori orgogliosi!

Ma non è il solo ad averci dato buone notizie, il Sagace ha ormai intrapreso un percorso formativo che lo stimola e gli fa guadagnare qualche soldo. È talmente motivato che farà dei corsi anche complicati, come quello di informatica, solo per suo diletto.

Il Broker si è fatto “adottare” da un ristorante nella zona di Porta Venezia che lo ospita ad ogni pranzo: dovrà stare attento alla linea viste le prelibatezze che ci ha mostrato esserci nel menù. Iniziative come queste ci auguriamo si moltiplichino perché basta davvero poco per far felice e coccolare un senzatetto.

Non più senza un tetto – Mercoledì 11 Ottobre

Se non ti pagassero – mercoledì 30 agosto

Ciao carissimi e ben ritrovati come ogni settimana con il resoconto del mercoledì!

Questo era l’ultimo mercoledì di agosto, una di quelle settimane dove la città è divisa tra chi è già tornato al lavoro e chi invece è ancora al mare.

Se avete letto i resoconti delle passate settimane avrete visto come i nostri amici (come presumibile) non hanno fatto vacanze, ma noi non li abbiamo mai lasciati soli. 😉

Mercoledì ci siamo quindi trovati con la nostra famiglia di strada, in un’atmosfera ricca di mille sorrisi, abbracci e risate, ma anche con confronti e momenti di riflessione.

Se non ti pagassero – mercoledì 30 agosto

No Grazie – mercoledì 2 agosto

Siamo ad Agosto, il caldo fa da padrone e la città si sta svuotando, ma riusciamo a creare anche oggi un bel gruppetto per passare la serata con i nostri amici Senzatetto.

L’Artigiano, fisso nel suo spazio, continua imperterrito a creare i suoi braccialetti, Il Sagace, con il suo solito tono brontolone, borbotta frasi sul caldo e sulla sua continua ricerca di lavoro.

All’improvviso però ci raggiunge D’Artagnan, con il sorriso a mille denti, chiedendoci di giocare ancora assieme. Questa volta però è proprio lui a proporre di disporci in cerchio, scegliere una penitenza e ruotare una bottiglia per trovare il “fortunato” ad eseguirla.

No Grazie – mercoledì 2 agosto

La forza del gruppo – mercoledì 12 luglio

Ogni mercoledì qualche nuovo volontario sceglie di unirsi a [!N]Difference. Che sia mosso da un innato desiderio di fare del bene o dalla semplice curiosità di vivere una serata differente, che venga portato nel gruppo da qualche volontario che già ne è parte o che scelga coraggiosamente di buttarsi in un appuntamento al buio, ciò che ogni volta emoziona di più sono la sensibilità e l’entusiasmo con cui ognuno di loro si inserisce nel gruppo: a qualche minuto dalle presentazioni con i nostri amici senzatetto già non diresti più chi si conosce da qualche anno e chi semplicemente da qualche ora. E’ per questo che vogliamo ringraziare col cuore tutti i volontari passati, quelli presenti e quelli futuri: siete la forza di questo gruppo!!!

 

La forza del gruppo – mercoledì 12 luglio

Ho scelto te piccolo fiore – Mercoledì 31 Maggio

Il mercoledì è sempre tempo di nuove scoperte e nuove emozioni.

Il clima estivo, di questo periodo, scalda le notti dei nostri amici senzatetto e i loro cuori. La Ragazza Sarda è tornata a trovarci, per esprimerci nuovamente la sua gratitudine ad averle trovato un lavoro. Molte volte, nella vita, basta un episodio per ritrovare energia positiva e voglia di riscatto. Nel nuovo lavoro, la Ragazza Sarda, ha conosciuto delle splendide colleghe e una in particolare le ha trovato una stanza in una casa in condivisione con altre ragazze ad un prezzo molto conveniente. Così dopo il lavoro, arriva anche un alloggio da cui poter ripartire. 😀

Ho scelto te piccolo fiore – Mercoledì 31 Maggio