Non più senza un tetto – Mercoledì 11 Ottobre

Questo mercoledì non riusciamo a trattenere la gioia. Il Poeta non è più senza tetto! Grazie alla sua tenacia, ha finalmente ottenuto la casa che gli era stata promessa da mesi dai servizi sociali. Ci ha confessato che quando è entrato in casa, ha chiuso la porta ed ha finalmente fatto un lungo sonno ristoratore sul suo letto, un letto vero con mura intorno e un tetto sulla testa. Ci sentiamo come genitori orgogliosi!

Ma non è il solo ad averci dato buone notizie, il Sagace ha ormai intrapreso un percorso formativo che lo stimola e gli fa guadagnare qualche soldo. È talmente motivato che farà dei corsi anche complicati, come quello di informatica, solo per suo diletto.

Il Broker si è fatto “adottare” da un ristorante nella zona di Porta Venezia che lo ospita ad ogni pranzo: dovrà stare attento alla linea viste le prelibatezze che ci ha mostrato esserci nel menù. Iniziative come queste ci auguriamo si moltiplichino perché basta davvero poco per far felice e coccolare un senzatetto.

Non più senza un tetto – Mercoledì 11 Ottobre

Com’è difficile la strada – mercoledì 28 dicembre

Il Natale è passato, ma il periodo delle feste permane, riempiendo Milano di iniziative, turisti, eventi e luci scintillanti.
Non sono mancati anche i momenti, organizzati da svariate associazioni, per permettere anche ai più svantaggiati o soli di poter trascorrere piacevolmente le festività.
Ci racconta il “Poeta di come ha passato la giornata di Natale ad un festoso pranzo, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio; anche il “Concierge” si è unito a questo momento conviviale ed è stato anche piacevolmente conteso da altre organizzazioni ed eventi solidali.
E’ stato molto bello anche notare come il periodo natalizio abbia ispirato tantissime persone a compiere gesti di solidarietà verso chi ha meno di loro, ci siamo infatti imbattutti in video cosiddetti “virali” dove anche i nostri amici hanno ricevuto gesti d’affetto, di conforto, di vicinanza e anche di aiuto materiale, da parte di gruppi più o meno instituiti.
Per noi è bellissimo vedere come questo momento particolare smuova gli animi a compiere gesti misericordiosi, a notare quante persone stanno peggio di noi e magari siano costrette a vivere per strada.

Com’è difficile la strada – mercoledì 28 dicembre