Blog Listing

Si diventa senzatetto per scelta? Mito o verità?

Una delle domande più ricorrenti quando si parla di senzatetto è: “Ma è vero che lo fanno per scelta?”

Beh, prima di rispondere alla domanda facciamo però un passo indietro e chiediamoci: come mai è così diffuso questo particolare pensiero?
Lo è perché i giornali danno molto spazio alle storie non convenzionali, a ciò che va controcorrente o a ciò che semplicemente fa notizia.Ed è per questo che è più facile trovare un articolo su un senzatetto per scelta, su un truffa di finti-poveri o su un fatto efferato.
Ma questa visione dei senzatetto è ovviamente storpiata e riduttiva se si considera invece la triste e povera realtà, infinitamente più frequente, ma meno da copertina .

Solitamente si diventa infatti senzatetto a causa di un evento importante come: la malattia, lo sfratto, la perdita di un familiare, la perdita del lavoro, la rottura di legami con amici e parenti. Fattori gravi, ma di per sé non decisivi a innescare da soli meccanismi di emarginazione, poiché in condizioni di normalità infatti esisterebbe la possibilità di farvi fronte.
Lo scenario quindi precipita quando questi eventi si accumulano e accadono tutti insieme su una persona che già presenta dei disturbi caratteriali o legati a una dipendenza (alcol, droghe, gioco d’azzardo, ecc). E’ quindi a quel punto che la persona trovandosi allontanato da ciò che prima era la sua quotidianità e sentendosi solo e abbandonato dalle persone care si ritrova ad affrontare la strada.

La risposta al titolo dell’articolo è quindi la seguente:  la quasi totalità dei senzatetto lo diventa per cause di necessità e di gravi problematiche. Mentre solo un piccolissimo numero di persone sceglie indipendentemente e senza problemi familiari o economici di diventare senzatetto.

In questi 3 anni di [!N]Difference abbiamo conosciuto centinaia di senzatetto per necessità e solo un caso di senzatetto per scelta (il caro Broker).
– Beh indovinate quanti articoli  relativi alla vita e le storie di quelle 100 persone senzatetto ci sono su internet? Zero.  Neanche un articolo.
– Quanti ce ne sono sulla storia del senzatetto per scelta ed exBroker (scrivendo su Google il suo vero nome e cognome)? 40! Avete capito bene, quaranta articoli!

Seppur  non abbiamo la copertura delle note testate di informazione, speriamo nel nostro piccolo di avervi mostrato un barlume di trasparenza su questo tema forse troppo banale per fare notizia.

Cari lettori, la prossima volta che vedrete un senzatetto, avvicinatevi a lui e lasciatevi raccontare la sua storia. Vedrete che parlare con lui sarà probabilmente il maggior arricchimento che potrete fare a voi stessi e il miglior regalo di non indifferenza che potrete fare a lui.
Se non vi sentite di farlo da soli, potete farlo insieme a noi tutti i mercoledì sera alle 20.00.

Buona settimana!



Leave a Reply

Pubblicato il: 19 Novembre 2018 alle 3:35 pm