Blog Listing

Questione di Dignità – Mercoledì 17 Gennaio

Ancora un mercoledì tra vecchi amici quello che trascorriamo nelle eleganti gallerie di Corso Vittorio Emanuele. Ci sono ad aspettarci l’Artigiano che è in pausa “lavorativa” poiché deve rifornirsi di cotone per poter fare i suoi braccialini. Il Pugile, che a qualcuno spiega come montare la tenda (il suo riparo dal freddo notturno) e a qualcun altro dà lezioni di mungitura di una mucca, nozione sempre molto utile da conoscere! E c’è anche D’Artagnan che ci confessa sorridente che è pronto a partire alla ricerca di un posto migliore che, ne è sicuro, lo renderà felice. Ci mancherai, ma ti auguriamo ogni bene!
Questo mercoledì c’è anche un nutrito gruppetto di nuovi volontari che non vengono risparmiati dall’entusiasmo del Broker e del Cantante: il primo li mette subito a loro agio raccontando la sua storia (“è tutto vero! Ce l’hai internet? Cerca, cerca!”), parlando delle letture alle quali si ispira e perché no, delle sue molte donne. Il Cantante invece, risulta avere una pagina Facebook (creata da alcuni suoi compaesani) con un numero di like maggiore a quelli di un nostro volontario (anch’esso cantante e musicista). Il Cantante , riesce sempre a sbalordirci e prima di andar via ci canta alcune sue canzoni per mostrarci le sue doti canore. Chissà che non ne risulti una nuova collaborazione musicale!

E poi c’è una nuova volontaria..che ha espresso con queste parole le emozioni che ha vissuto in questo suo primo mercoledì sera con [!N]Difference:

“E poi, ci siamo noi. Le persone dignitose.
Ce ne andiamo in giro con i nostri cappotti caldi dignitosi, le nostre scarpe nuove dignitose, il rossetto sulle labbra, la barba ben tenuta. Abbiamo una buona istruzione, una cara famiglia. Lavoriamo, usciamo, parliamo e stiamo con altri come noi, persone normali, persone dignitose. Qualcuno si considera anche più che dignitoso. Si sente addirittura superiore, addirittura un privilegiato.

Di gente “dignitosa” ne vedo a migliaia,ogni giorno, lo siamo tutti.
Eppure mai come ieri sera nella mia vita, ho visto davvero cosa sia questa tanto citata “dignità”.

Grazie a “D’Artagnan”, che ha lavorato per 6 anni nei campi di pomodori in Calabria, sotto il sole, senza acqua, per 30 centesimi a cassetta.

Grazie a l’Artigiano”, ora chiamato da tutti così perchè ha imparato a fare dei braccialetti stupendi che tiene tra le “pagine” di un libro di cartone.

Grazie all”Infermiera“, che non voleva dirmi il suo nome perchè del resto, “i nomi non sono importanti”.

Grazie ad il “Sorridente”, il “Cabarettista” e a tutti quelli che pur nella loro condizione, vanno nelle parrocchie ad aiutare i volontari che si occupano dei ragazzi Down.

Grazie al “Poeta“, che attraverso i suoi componimenti, esprime ancora le sue emozioni sul sentimento che accomuna tutti, l’amore per qualcuno.
Grazie a te che mi hai sussurrato: ” sai Elide, da 3 mesi mi hanno dato la casa, dormo lì ma non c’è la faccio a stare da solo, preferisco passare le mie giornate qua insieme agli altri”.

Spero che un giorno ritroverai la tua Clotilde.

Ed infine, grazie al “Broker”, nato ricco, ricchissimo, clochard per scelta.
Dedico a te questo mio messaggio, a te che ormai sei conosciuto da tutti come “il filosofo dei poveri” e che stasera mi hai insegnato il vero senso della vita attraverso le tue parole:

<< Ad un certo punto della mia vita mi sono guardato dentro e ho visto il vuoto. Ho iniziato a vivere la vita pensando non più a possedere ma a condividere. Neanche a donare… Perchè donare è come Ponzio Pilato, si dona qualcosa e chi se ne frega. Condividere vuol dire dividere insieme ad altri quello che si ha. C’è una frase del mio libro preferito, il Piccolo Principe, che dice: “l’essenziale è invisibile agli occhi”. L’ho tradotta così: finché tu vedrai con i tuoi occhi, sarai sempre cieco, quando inizierai a vedere con il tuo cuore, l’essenziale non ti sfuggirà >>.

Quando tu credi di aver fatto qualcosa per loro, e invece ti accorgi che sono stati loro a fare qualcosa per te.

Ci vediamo settimana prossima, per scoprire nuove avventure, nuovi sogni, nuovi insegnamenti, nuove vite.

Thanks to http://www.indifference.it/ ”  Post di Elide.

 

E tu caro lettore cosa farai mercoledì sera? Unisciti a Noi! https://www.facebook.com/events/710923322446647/?notif_t=plan_user_invited&notif_id=1516602975506613 😀

Resoconto di Raffaela



Leave a Reply

Pubblicato il: 22 Gennaio 2018 alle 10:46 am