Blog Listing

Perché alcuni senzatetto hanno con sè un cane?

Cari lettori,

come sapete in questi 3 anni sono stati innumerevoli gli aneddoti, le avventure e le emozioni che abbiamo vissuto e ascoltato in strada; vivendo e cercando il più possibile di immedesimarci empaticamente in quella che è la storia di ogni persona.

Tra i tanti senzatetto che abbiamo avuto il piacere di conoscere, abbiamo potuto notare che molti sono accompagnati da amici a quattrozampe, e oggi vogliamo approfondire con voi proprio questo curioso aspetto della strada.

  • Cominciamo quindi col chiederci: perché alcuni senzatetto hanno con sè un animale domestico ?

Potrebbe infatti sembrare strano vedere un clochard che, tra tutte le difficoltà del vivere in estrema povertà, scelga di essere accompagnato da un cane, preoccupandosi e sforzandosi affinché il suo amico possa stare in buone condizioni.

Gira e rigira il punto è sempre e solo uno: per solitudine.

Infatti qualunque persona (ricca o povera) che si sente sola, apprezzerà infinitamente la compagnia di qualcuno, sia esso una persona o un cane.
Quest’ultimo diventa quindi come un figlio, un compagno, un amico sincero, un fratello dal quale diventa impossibile separarsene.
Tutto ciò porta con sé numerosi benefici terapeutici, come ad esempio il riuscire a recuperare in parte l’autostima perduta provando a se stessi che si è in grado di prendersi cura di un altro essere vivente.

  • Ma prendersi cura di un animale porta con sè anche numerosi limiti e problematiche. Quali?

In primis il dormire, ebbene si, perché la quasi totalità dei dormitori non accettano al loro interno gli amici a quattrozampe.
Condannando quindi coloro che ne hanno uno a rimanere a dormire in strada o nel migliore dei casi in ripari di fortuna.
Questo ovviamente è un problema, a cui, per il momento non se ne può fare una colpa neanche ai dormitori in quanto non adibiti per farlo (l’unico dormitorio a esserlo si trova in zona Quarto Oggiaro – in via Graf ). Chiediamo e ci auguriamo però che il Comune possa dare presto una soluzione più ampia, per chi si trova ogni giorno a scegliere tra l’amore per il proprio animale e la sopravvivenza nelle notti di gelo. Se ci pensiamo ogni anno promuoviamo tante battaglie per far entrare i nostri animali domestici nelle spiagge, nei centri commerciali, nei ristoranti, e allora facciamo anche questa.

Altre due problematiche risultano essere le cure veterinarie e il cibo.
La situazione delle visite veterinarie risulta purtroppo anch’essa alquanto fumosa, in quanto al momento vi è solo una soluzione temporanea offerta da alcune onlus, in attesa che si sblocchi quello che lo Stato promette ormai da anni, ovvero delle cliniche veterinarie gratuite per chi è in difficoltà economica.
Per quanto riguarda invece il cibo, fortunatamente diversi senzatetto ci hanno detto che ciò non è un problema nè per loro (che possono mangiare nelle mense) e nè per i loro amici animali, in quanto spesso molti passanti, amanti degli animali, portano loro cibo e croccantini per cani.

Come tutti i casi di massa, è giusto specificare che le eccezioni esistono sempre, in quanto essere “senzatetto” è solo un sostantivo per raggruppare persone che si trovano nella stessa condizione, ma che tra loro sono invece profondamente diverse.
Chiaro quindi che non tutte le persone che godono dell’amore di un cane ricambiano il sentimento nei giusti modi o lo fanno se non per trarne profitto. Come dire: il 90% delle persone che hanno un cane lo amano, ma c’è anche li abbandona in autostrada.
Detto ciò (per quella che è la nostra esperienza volontariato in strada) in questi anni abbiamo avuto modo di incontrare solo senzatetto che realmente amano i loro cani.

Ed infine è  bello constatare anche un altro aspetto: quello del cane che, per una volta, può vivere in completa compagnia del proprio padrone. In questi casi i vincitori a discapito della solitudine sono tutti e due!😊

Per i lettori che fossero interessati ad approfondire la questione e vogliono vedere con i propri occhi tutti gli aspetti della strada, il nostro invito è sempre aperto: Unitevi a noi il mercoledì sera… e se lo avete portate con voi anche il vostro amico a quattrozampe!!!


One comment

  1. Alessandra
    30 Aprile 2018 at 19:21

    Buonasera, poiché è periodo di dichiarazione dei redditi, volevo sapere se anche voi avete un codice al quale devolvere la percentuale per le onlus.
    Grazie
    Alessandra

    Reply

Leave a Reply

Pubblicato il: 30 Aprile 2018 alle 6:23 pm