Mercoledì

“Sono stato un mese in albergo” – mercoledì 29 giugno

Eccoci qui. Vi ricordate del Sagace? Non lo si vedeva da un po’ per le strade di corso Vittorio Emanuele, e questo mercoledì ne abbiamo compreso il motivo. Il Sagace ha infatti dovuto passare l’ultimo mese in Albergo, come l’ha ironicamente definito lui, a causa di un problema con la giustizia risalente ad anni fa. Ora è nuovamente in libertà, il processo infatti è stato rimandato ad ottobre, ma come è facilmente intuibile ciò ha comportato la perdita del diritto di accesso all’alloggio popolare, ottenuto dopo anni di fatiche e sacrifici. Il Sagace oggi è di nuovo sulla strada.

Questa notizia ha generato una lunga discussione con il Sagace e con altri senzatetto ex-detenuti riguardante le difficoltà del reinserimento nella società di ex-carcerati, a volte talmente grandi da far preferire ai più sfortunati l’Albergo, dove, per lo meno, si ha la certezza di pasti serviti regolarmente, docce, e letti dove dormire.

Nemmeno dalla Mamma ci sono buone nuove, purtroppo. È infatti molto preoccupata, perché sono diverse notti che dorme da sola e questo la rende molto insicura. Le abbiamo consigliato di affidarsi a qualche senzatetto di fiducia, ma purtroppo dice che si tratta di ben poche persone, e che delle rimanenti la maggior parte si sveglia presto, poiché riposa davanti alle vetrine di negozi, mentre lei, un po’ per l’età avanzata un po’ per l’insonnia di cui soffre, ha bisogno di poter riposare per un tempo più lungo.

Buone notizie invece dal Poeta, che oltre alla sua incessante attività di scrittura di poesie d’amore ci ha confidato di rifugiarsi spesso in biblioteca per consultare libri di storia, la materia che più lo affascina e lo incuriosisce. Ci confida, infatti, che gli piacerebbe molto iniziare a scrivere un romanzo…

A mercoledì prossimo!



Leave a Reply

Pubblicato il: 1 Luglio 2016 alle 1:30 pm