Blog Listing

Mercoledì 15 Giugno

Questo mercoledì è stato particolarmente divertente.

Puntuali, come al solito, alle 20 in Via Vittorio Emanuele, ci siamo tuffati a salutare il nostro “Artigiano”. Parlando di varie cose, tra cui la sua passione per il calcio e le partite dell’Italia agli Europei, abbiamo affrontato insieme il suo punto di vista sulla questione migranti, dormitori e i “famosi” 35 euro al giorno.

L’artigiano è una persona molto pacata e gentile e , sempre con il suo aplomb impeccabile, ci racconta come loro non siano assolutamente arrabbiati con i migranti sia perché sono persone che, come loro, hanno bisogno di aiuto, sia perché il vero problema risiede su chi gestisce i 35 euro e su chi ci specula. Senza dilungarci troppo in questo breve resoconto settimanale, vi anticipiamo che tratteremo con loro, più approfonditamente, l’argomento con un post dedicato.

Come sempre accade, arriva qualcuno di nuovo, in questo caso non perde secondo per introdursi nel discorso e raccontarci la sua storia. E’ un uomo solo, che ancora non vive in strada, ma è molto preoccupato che presto dovrà affrontare questa problematica. Venuto dalla Sicilia, costruisce con le sue forze la sua vita, mette in piedi un’azienda edile e si crea un gran bel giro di clienti. Purtroppo però la crisi incombe e piano piano i clienti, come spesso accade, cominciano a pagare meno o proprio non pagare. Al di la del suo sfogo, siamo rimasti colpiti da come la vita possa dall’oggi al domani cambiare le carte in tavola, rendendoti diffidente verso tutto ciò in cui credevi.

Verso le 21.30 ci spostiamo dalla nostra amata “Mamma”, che ci accoglie raggiante, sorridente e danzando. Poche volte l’abbiamo trovata così spensierata. Insieme a lei il “Cantante” di Torino. Entrambi ci danno un sacco di news e passiamo con loro un’altra oretta a chiacchierare. Sul finale, la “Mamma” ci chiede se abbiamo possibilità di trovare un trolley grande per aiutarla, in quanto il suo le è stato rubato.

Aiutaci: Chiunque avesse un trolley, comodo da trasportare e molto capiente, ci aiuterebbe a rendere felice una persona, che nonostante le difficoltà, non smette di sorridere e dire sì alla vita. Potete trovare la sua storia qui.



Leave a Reply

Pubblicato il: 17 Giugno 2016 alle 5:56 pm