Mercoledì

Il nostro tempo insieme – Mercoledì 24 maggio

“La cosa più preziosa che puoi ricevere da una persona è il suo tempo” afferma Grossman. È proprio parte di questo tempo che da un anno e mezzo a questa parte abbiamo scelto di dare – e ricevere – ai senzatetto che invisibili affollano le vie del centro di Milano.

“Non importa se è stata un’ora o una vita” aggiunge il famoso saggista israeliano. Ogni volta che ci imbattiamo nella conoscenza di nuovi senzatetto, d’altronde, non possiamo sapere a priori dove questa ci porterà, e ci impegniamo a vivere quel prezioso momento in tutta la sua unicità.

Questo Mercoledì sera è stata la volta del “Viaggiatore” e del “Fumettista”. Il primo, uomo avanti con l’età, la barba bianca e il corpo minuto – di poco più grande dello zaino che porta sulle spalle – si avvicina sorridente per presentarsi e fare la nostra conoscenza. Si definisce un lupo solitario, e ben presto sceglie infatti di salutarci e ripartire per il suo viaggio.

Il “Fumettista” invece, con la sua pronuncia un po’ imprecisa ma una grandissima voglia di farsi conoscere, si rende il protagonista di gran parte della serata. Egiziano, ormai a Milano da più di quindici anni dove si procura da vivere vendendo i suoi disegni ai passanti, ha una profonda fede musulmana. Alla luce dei tragici episodi di attualità si sente in dovere, e al contempo in diritto, di prendere le distanze da quanto accaduto regalandoci un’importante lezione sulla religione musulmana e su come essa, se praticata secondo i precetti, rinneghi qualsiasi forma di violenza e di terrorismo.Non mancano poi gli amici di sempre: il Sagace, l’Artigiano, il Concierge, il Broker, l’Autista e il Razionale sono ormai i preziosi pilastri delle nostre serate in corso Vittorio Emanuele.

D’altronde è così: ogni Mercoledì sera ci imbattiamo in nuove conoscenze e non possiamo sapere dove queste ci porteranno in futuro. Alcune persone – la maggior parte – hanno scelto di ripresentarsi, settimana dopo settimana, nel luogo del primo incontro e ciò ha portato all’instaurarsi di un legame profondo fatto di reciproca stima, fiducia e di un indescrivibile affetto.

Altre invece abbiamo dovuto salutarle, perché dopo aver condiviso con noi parte del loro tempo, hanno preferito proseguire nel loro peregrinaggio solitario.

Che il tempo trascorso insieme sia stato quello di una sera, di qualche mese, o che abbia coinciso con l’inizio di questa esperienza è irrilevante: noi ci ricordiamo di tutti loro, dei loro sguardi carichi di emozione e dei loro incredibili vissuti che hanno scelto di condividere e non possiamo che ringraziarli, uno ad uno, per il prezioso tempo che hanno deciso di trascorrere insieme a noi.

A Mercoledì prossimo!



Leave a Reply

Pubblicato il: 29 Maggio 2017 alle 10:01 am