Mercoledì

IL FREDDO NON SPEGNE LA VOGLIA DI FARCELA!! – MERCOLEDì 29 NOVEMBRE

E’ mercoledì 29 Novembre e il freddo inizia a farsi sentire a Milano. Potrebbe essere uno di quei giorni in cui proprio le basse temperature della città ci portano a credere che non vi sia nulla di interessante per cui valga la pena trascorrere del tempo sotto il cielo, invece di godersi il tepore di casa.

Ebbene, i nostri amici sono pronti a stupirci come sempre e a scaldarci ci pensano le loro storie.

Una volta arrivati nel nostro solito ritrovo in corso Vittorio Emanuele, incontriamo l’Artigiano, sempre fisso alla sua postazione. Notando che è senza guanti, chiediamo se ha bisogno di un paio nuovo per affrontare l’inverno. Candidamente lui ci risponde che non ne ha bisogno e che solo in caso trovasse un paio che gli permetta di continuare a lavorare ai suoi braccialetti, li metterà.

D’altronde il freddo non spegne la passione di un artigiano, né può limitarla!

Vicino a lui troviamo il Pugile che con il suo solito temperamento ci affida il suo personale sfogo nei confronti di un altro senzatetto. Questo incontro ci offre anche lo spunto per soffermarci su un tema a noi di [!N]Difference molto caro, ovvero l’importanza per ciascun senzatetto di decidere di cambiare la propria vita scegliendo giorno per giorno di prendere scelte che possano portare verso un reinserimento nella vita sociale. Il Pugile infatti ci confida di aver a lungo aiutato questa amica nelle sue stesse condizioni, ma di aver realizzato che fosse necessario in lei quel cambiamento di atteggiamento nei confronti della vita, proprio di chi vuole rialzarsi.

Il freddo non spegne la voglia di farcela!

Poco dopo il nostro arrivo, veniamo attirati dal sorriso emozionato del Sagace. Viene verso di noi con un foglio in mano e ci stupisce con una richiesta speciale, dopo averci confidato che la sera precedente è stata una delle più belle della sua vita. Ci mostra quindi un foglio, gelosamente custodito nella borsa sino ad allora, per chiederci di aiutarlo a mettere in bella una lettera di ringraziamento speciale a suo figlio. Questa volta non si tratta di una lettera che dovrà fare chilometri per arrivare a destinazione, ma di un messaggio che deve abbattere le distanze dell’emozione e della timidezza di un genitore verso il figlio. La sera precedente infatti, dopo 9 anni, il Sagace è riuscito finalmente a trascorrere del tempo con tutti i suoi 6 figli, proprio in occasione del compleanno di uno di questi, a cui va la sua massima riconoscenza per averlo invitato e che sarà poi il destinatario della lettera. Spesso la vita di chi è in strada è purtroppo segnata da “distanze” con i famigliari che fanno molto più male di quelle fisiche. Il nostro amico ci confessa infatti che non parla con due di loro da anni e si emoziona al solo ricordo di aver avuto la possibilità di vederli e passare del tempo con loro. La lettera che ci ha dettato esprimeva la piena gratitudine nei confronti del figlio che gli aveva dato questa possibilità e ribadiva l’affetto che lo legava a tutti i suoi fratelli.

Il freddo non spegne le emozioni!

Infine incontriamo il Concierge, che ci dice di aver ripreso a lavorare dopo un lungo periodo passato a casa per via di alcuni problemi di salute. Siamo felici per lui, ma non sembra il lavoro la sua bella notizia. Il nostro amico infatti ci racconta di aver iniziato a collaborare con una associazione di volontariato che si prende cura di ragazzi disabili e con sindrome down. Nei suoi occhi e nelle sue parole c’è la felicità di chi è veramente ammirato dall’affetto che questi ragazzi mostrano nei suoi confronti, già solo dopo averli incontrati poche volte.

Il freddo non spegne la generosità e la gratitudine!

Come ogni mercoledì, vale la pena trascorrere del tempo con i nostri amici!

Resoconto di Federica



Leave a Reply

Pubblicato il: 4 Dicembre 2017 alle 7:50 am