Mercoledì

Condividi e sarai una persona felice – Mercoledì 8 Novembre

Eccoci al secondo mercoledì di novembre, serata ricca di emozioni e sorrisi. Come sempre ci siamo incontrati al McDonald’s alle ore 20 per incamminarci assieme in Corso Vittorio Emanuele per ritrovarci con i nostri amici.

La serata è iniziata con i saluti all’Artigiano che ci ha accolto con il suo immancabile sorriso gentile e delicato mentre era intento a produrre un braccialino rosa dato che una versione simile l’aveva offerta a una nostra volontaria. Proseguiamo con il Girovago che inizia a prenderci scherzosamente in giro facendoci credere di aver trovato lavoro come mattatore e noi, appassionati alla storia, ci crediamo e iniziamo a bombardarlo di domande, per poi scoprire che era tutto un piacevole gioco e che, in realtà, il suo nuovo lavoro è in officina. Vi lasciamo solo immaginare le risate che ci siamo fatti tutti assieme 🙂

È la volta del mitico D’Artagnan, sempre un fiume in piena di gioiosità, che ci intrattiene raccontandoci il sogno di tornare a Parigi (magari con una fidanzata), la sua concezione di amore/famiglia e il suo passato da agricoltore dove allevava mucche e coltivava cipolle e patate in Romania dove il freddo, quando arrivava, era molto più rigido rispetto all’Italia.

Parallelamente, si sono avvicinate a noi, due figure femminili: la sorella del Poeta e l’Infermiera. La prima ci ha raccontato che è andata a trovare il fratello nella nuova casa, arredata con l’aiuto di due volontari, ed è risultata essere molto accogliente per cui il Poeta ne è molto orgoglioso. La seconda, invece, ci ha toccato molto quando si è aperta con noi confidandoci la sofferenza che prova nel vivere in strada, una situazione che non riconosce di appartenerle. Fortunatamente, quando abbiamo virato il discorso sul figlio, si è illuminata e l’abbiamo sentita meno triste.

È quindi arrivato il momento del Sagace di cui aspettavamo un racconto particolare dalla settimana precedente: il suo ritorno a casa dopo 10 lunghissimi anni! Il Sagage ha condiviso con noi l’emozione di questo rientro e di come sia stato commovente risentire il calore di una famiglia dopo così tanti anni trascorsi in solitudine. Quest’esperienza ha smosso in lui corde particolari della sfera emotiva e, con nostra immensa gioia, ci ha chiesto di aiutarlo a scrivere una lettera di sentimenti, ringraziamenti e amore per la sua famiglia.

La nostra serata ricca di incontri e racconti si è conclusa con una magnifica condivisione di una fetta di torta gentilmente offerta dal Broker e tagliata da una nostra volontaria. Anche questo piccolo gesto mostra appieno lo spirito del nostro gruppo e il senso della strada che stiamo percorrendo: più si condivide più migliorerà la vita di ciascuno di noi!

Resoconto di Carlotta



Leave a Reply

Pubblicato il: 13 Novembre 2017 alle 11:31 am