Blog Listing

Chi non ha bisogno di qualcuno che lo guardi con occhi speciali? – mercoledì 24 gennaio

Il nostro mercoledì è come sempre ricco di volti: i volontari che si incontrano in Piazza Duomo, i passanti che affollano Corso Vittorio Emanuele, i senzatetto che ci aspettano da Mango. Vite che per diversi motivi si intrecciano, sguardi che per gli stessi motivi si incrociano. Ebbene sì, ognuno con il suo sguardo ha da insegnare agli altri qualcosa. Gli occhi dei nuovi volontari sono quelli della meraviglia, che permette di tenere vivo il vero valore aggiunto di questa esperienza, ovvero l‘incedibile clima di amicizia instaurato negli anni con i nostri amici senzatetto. Ci sono gli occhi dei vecchi volontari, quelli che conoscono maggiormente le storie di ognuno di loro, che cercano di farsi “ponte” per i nuovi e che li incoraggiano a non lasciarsi condizionare dai pregiudizi. Poi ci sono gli sguardi dei passanti, quelli che rimangono stupiti nel vedere un gruppo di ragazzi intrattenersi con dei clochard, quelli che piuttosto fanno finta di non avere gli occhi, insomma gli sguardi che noi vorremmo smettessero di essere indifferenti.

Cosi trascorre anche questo mercoledì, fra gli sguardi di Bacco, un senzatetto dotato di un’allegria contagiosa, con un passato di errori alle spalle ma che pesa evidentemente sul presente, tuttavia ancora nebuloso a noi volontari. Lui ha bisogno di incontrare qualcuno che lo guardi con occhi nuovi, quelli di chi non ha pregiudizio e non si lascia condizionare da esso. Accanto a lui c’è l’Infermiera, anche lei desiderosa di attenzioni, ma anche di occhi vigili- i nostri -, che come dice lei la aiutino in qualche modo a non perdere se stessa in questo momento in cui la strada sembra essere l’unica alternativa. Lei ci chiede aiuto per supportarla nella richiesta del riconoscimento di invalidità civile per un problema alla gamba e noi siamo felici di poterla aiutare. Nel nostro salotto non possono mancare gli occhi vispi del nostro Sagace, sempre aggiornato sulla vita degli altri e pronto anche a condividere con noi volontari informazioni che ci aiutino a dare loro supporto. Affianco a lui gli occhi dell’amore, quelli di un amico del Sagace, che ci racconta di come gli amori della sua vita lo abbiano portato a spostarsi per l’Italia e di come, ora, sia in grado di vivere una bella relazione a distanza. In un salotto che si rispetti non possiamo farci mancare il Cantante, che questa sera, nonostante sia raffreddato, intona un suo “cavallo di battaglia” davanti agli occhi stupiti di alcuni nuovi volontari. C’è chi, come il nostro Artigiano, incrocia il tuo sguardo di tanto in tanto. Li vedi a tratti i suoi occhi, neri, profondi, che ti guardano dal basso verso l’alto, quasi solo presi dall’attenzione per le sue mani che creano braccialetti. Questo mercoledì incontriamo anche dei nuovi occhi, come quelli del Capofamiglia. Gli occhi di chi lavora tutto il giorno, dorme in un dormitorio per poter garantire il supporto alla moglie e ai figli e aspetta di capire se la sua vita verrà definitivamente condizionata da una sentenza di colpa per una rissa. Alcuni di noi volontari incrociano gli occhi dellOrtolano questa sera. Gli occhi di chi oramai si sente a casa nel suo angolino, un posto sicuro, dove si sente coccolato dal vicinato. Lui ci racconta di come gli sia stato chiesto di recente di posare per delle fotografie da mettere su giornali e del seguito della sua comparsa in un film, in cui lo avrebbero chiamato recitare la parte del clochard dietro lauto compenso. I suoi occhi sono quelli di chi ne ha passate tante, ma anche di chi riconosce la fortuna di non essere finito in alcune dipendenze che spesso allontanano chi vuole darti un aiuto concreto per affrontare le difficoltà della strada. Ricordiamo, ma non incrociamo, gli occhi gioiosi del nostro amico D’Artagnan. Lui oggi ci insegna che per poter raggiungere la propria felicità è spesso necessario “svegliarsi” dalla propria immobilità e questo comporta anche allontanarsi dagli sguardi che ti hanno danno sicurezza e conforto.



Leave a Reply

Pubblicato il: 29 Gennaio 2018 alle 9:02 pm