Il Sagace

In un primo momento il Sagace può forse apparire un uomo duro, schivo e a tratti scontroso. Se gli si lascia l’opportunità e il tempo per imparare a conoscerti e a farsi conoscere, contraccambia però rivelandoti la sua vera identità, mostrandoti anche quel suo lato affettuoso più difficile da condividere.

Il Sagace è originario di Taranto, o meglio dell’unica città italiana con un ponte costituito da due bracci che all’occorrenza si schiudono, come ripete orgoglioso ogniqualvolta gli si chiede la sua origine.

Il Sagace

Il Cantante

Il Cantante è sicuramente uno dei nostri amici più creativi.

Proviene da un piccolo paese in provincia di Torino, dove per tanti anni lavora come rappresentante per una nota azienda Piemontese. I suoi racconti parlano di un uomo che ha sempre amato divertirsi e viaggiare, un gran ballerino e cantante per hobby nei piani bar.

Nei nostri mercoledì ci dedica sempre una canzone con la pianola o la chitarra, raccontandoci, nelle sue canzoni, delle sue numerose avventure amorose.

Il Cantante

Il Broker

Questa è la storia di un senzatetto unico nel suo genere. Una storia quasi da film e che a tratti ricorda S.Francesco, con il suo spogliarsi dalle ricchezze per unirsi… Il Broker

Il Concierge

Il Concierge lavora come portiere per un albergo del centro. Si tratta, però, di un lavoro part-time e scarsamente retribuito, che purtroppo lo obbliga a interfacciarsi quotidianamente con seri problemi

Il Concierge

L’Attore

L’Attore è un istrionico ed arzillo sessantenne di origine pugliese.
E’ un uomo dalle mille risorse, che ama mantenere un certo velo di mistero sulla sua vita e sul suo passato.
Lo si può trovare a passeggiare per le vie del centro di Milano, spesso appare magicamente: non si sa da dove arriva, non si sa dove andrà.
Ti può incantare con ricette da lui medesimo rivisitate o create, che ti descrive nei minimi dettagli fino a farti sentire lo sfrigolare del soffritto in padella;

L’Attore

Lo Stilista

Lo Stilista è un simpaticissimo senzatetto originario dell’Est Europa che si è trasferito a Milano nel 2009 alla ricerca di una vita migliore, dopo aver perso il lavoro nel suo paese di origine e aver visto finire il suo matrimonio.

Fin da bambino sognava l’Italia, in particolar modo perché affascinato dai nostri noti marchi di moda che, in un paese povero come il suo, lo trasportavano con l’immaginazione in un paradiso fatto di eleganti abiti, persone impeccabili e vie illuminate. Lo Stilista ci confessa infatti che seppur al momento  la sua vita non sia oggettivamente il massimo, lui è Lo Stilista

Il Pensionato

Il Pensionato ha 92 anni e vive in una casa popolare grazie anche a una piccola pensione sociale.

Tornato dalla II guerra mondiale combattuta in prima linea, perde sua moglie a causa di una grave malattia. La sua vita cambia rapidamente, perché deve lavorare con ritmi serratissimi e badare alle sue bambine ogni giorno.

Le figlie oggi vivono al Sud, e nonostante abbia un bellissimo rapporto con loro, il Pensionato ha scelto di rimanere qui, anche nelle difficoltà, per non gravare su nessuno e per permettere loro di godersi la vita, ora che le difficoltà sono finite.

Il Pensionato

Il Razionale

Il Razionale è un signore italiano sulla sessantina che vive sulla strada da circa 6 anni a seguito di una storia complicata e molto pesante a livello affettivo. Il suo matrimonio è naufragato circa 17 anni fa e la separazione dalla moglie lo ha portato ad essere allontanato da casa e soprattutto da sua figlia, ai tempi bambina.
Nel 2010 gli è venuta a mancare la madre malata della quale si prendeva cura e con cui viveva in un alloggio popolare. A seguito di tale avvenimento, il Razionale non essendo più riuscito a pagarsi l’affitto, è stato sfrattato dalla casa popolare ed è iniziata la sua vita da homeless.
Oggi il Razionale, nasconde un velo di nostalgia per la sua vita passata e nel taschino custodisce diverse fotografie di sua figlia, verso cui si sente ancora molto legato, nonostante lei purtroppo sembri rifiutare qualsiasi contatto.

Il Razionale

L’artigiano

Ha 51 anni e da quattro vive sulla strada.
È un uomo originario di un’umile famiglia di Siracusa, dove ha da sempre lavorato come operaio in fabbrica. Poi una malformazione genetica, un problema ai piedi di cui ha sempre sofferto e che si è acuito negli anni rendendolo invalido al 46%, lo ha costretto ad abbandonare il suo lavoro. Da li è iniziato il lento ma inesorabile declino che lo ha trascinato fino alla strada.  L’artigiano

Il poeta

Il poeta è originario di Augusta, un piccolo comune del siracusano da cui una volta perso il lavoro è emigrato in cerca di nuove opportunità. Si trova per le strade milanesi da cinque anni.
Se ci si sforza di guardare oltre al suo aspetto trascurato e consumato dalla vita di strada ci si rasserena nello scoprire un uomo inaspettatamente sveglio e determinato. Lui si occupa delle aiuole pubbliche della città, attraverso una borsa lavoro ottenuta dopo aver seguito di un tirocinio del Comune. Il lavoro è saltuario e il compenso è una piccola somma, ma la volontà che dimostra nel non rompere il ponte con la società è enorme.
Il poeta