Mercoledì

Amori di strada – mercoledì 15 febbraio

Mercoledì 15 Febbraio, e in strada si respira ancora l’atmosfera di San Valentino.
Abbiamo conosciuto, durante la serata, una coppia “I Fidanzati” che grazie alla forza del loro amore affrontano ogni giorno con un atteggiamento positivo. Lei ha superato i cinquanta e come tutte le donne che vivono in strada, mostra i segni dell’età. Anche qui la storia è già nota: rimasta senza lavoro e senza i genitori ad aiutarla, finisce in strada e le viene tolta la custodia della figlia. Più di una volta ha pensato di togliersi la vita, fino a che non è arrivato lui. Più giovane di lei di qualche decina d’anni, è stato emarginato dalla famiglia quando non era ancora maggiorenne. È pieno d’energia e voglia di mettersi in gioco. Ma soprattutto la ama e le sta accanto supportandola nei momenti di difficoltà.La strada è anche luogo di chiacchiere. Abbiamo buone notizie dal Sagace che ha iniziato a fare dei colloqui attitudinali alla fine dei quali riceverà un contributo economico e che lo porteranno a trovare un lavoro a lui idoneo. In bocca al lupo al Sagace che predica sempre “aiutati che il ciel t’aiuta”!

Anche il Poeta, tra una dissertazione sulla storia delle colonie e racconti di vita quotidiana, ci aggiorna sulla situazione alloggio che a settembre dovrebbe portarlo ad ottenere un alloggio sociale.

Il Concierge era in splendida forma: da poco è stato il suo compleanno e noi non lo abbiamo scordato. Ci racconta di essere stato festeggiato dal don e dalle suore della parrocchia che di solito frequenta e d’aver festeggiato con suo fratello mangiando una pizza. Cinquantasette anni e non sentirli!

L’Artigiano è sempre felice di vederci e ce lo dimostra con un timido sorriso. Nonostante la batosta della speranza lavorativa infranta, ha sempre voglia di creare nuovi braccialetti.

L’ultimo a salutarci è “Il Driver” un simpatico vecchietto che girava intorno al nostro capannino cercando il coraggio di parlare con qualcuno. Anche lui è solo e ha poche occasioni di fare conversazione ma [!N]Difference ha una parola per tutti! Ha 83 anni e si tiene in movimento per non lasciarsi andare alla pigrizia dell’età che avanza. Lui una casa ce l’ha ma viene in strada a prendere del cibo e farsi nuovi amici.

Adesso anche lui sarà dei nostri il mercoledì.

Resoconto di Raffaela



Leave a Reply

Pubblicato il: 20 Febbraio 2017 alle 11:07 am