Mercoledi

Aiutare : dovere morale o materiale?

Aiuto: Opera, materiale o morale, con cui s’interviene a levare un’altra persona da una difficoltà. – Treccani
Il termine “Aiuto” è quindi un’opera materiale o morale. Molto spesso, però, quando si pensa a questa parola ci si focalizza principalmente sul primo aspetto, quello materiale. Aiutare qualcuno viene associato a qualcosa di tangibile come un bene; ancora più spesso viene associato al semplice denaro.
Tuttavia, questa visione distorta delle difficoltà di una persona e dell’aiuto che possiamo dare è dovuta ad un’empatia superficiale che ci porta a cercare di immedesimarci negli altri analizzando solo le condizioni oggettive e non quelle soggettive, quelle psicologiche.
Solo quando ci si avvicina di più alla nostra sfera emotiva, allora entra in gioco il carattere morale della parola “aiuto”. In fondo, la prima cosa che si chiede ad un amico in difficoltà è: Tutto bene? Ti va di parlarne?
In  [!N]Difference si può imparare proprio questo: che l’aspetto morale del termine “aiuto” è molto importante, soprattutto con persone che si trovano in situazioni di grande difficoltà come i senzatetto.
Fortunatamente, ci sono tantissime associazioni di volontari che si impegnano costantemente per dare ai senzatetto cibo, bevande, vestiti, coperte, posti letto e tutto quello di cui può avere bisogno una persona. Riescono a coprire intere città, facendo sì che gran parte dei clochard possa almeno avere i beni di prima necessità.
L’aspetto “materiale” degli aiuti ai senzatetto è quindi sopperito egregiamente da queste associazioni. Per questo motivo,  [!N]Difference cerca di avere un approccio orientato più al carattere “morale” degli aiuti, andando ad instaurare dei veri e propri rapporti di amicizia con le persone che si trovano sulla strada per sfortuna o per scelta.
Non è un concetto facilmente comprensibile da subito. Spesso il primo approccio a questa realtà è molto scettico, tuttavia, dopo qualche settimana si inizia a vedere quanto i nuovi amici clochard aspettino impazientemente le 20.30 del Mercoledì
Si, il mercoledì è il giorno per incontrarci e per chiacchierare sia di cose leggere, ridendo e scherzando, sia cose di problemi più seri su cui, magari, qualcuno dei volontari può dare una mano.
Ovviamente non tutti i senzatetto sono disposti ad interagire con noi. Stando in strada si impara ad essere diffidenti di tutto e tutti ma, al contrario delle associazioni di volontariato che cercano di coprire più senzatetto possibili,  [!N]Difference si avvicina a meno clochard, cercando di creare un vero e proprio rapporto di amicizia con persone che, purtroppo, non hanno nessuno disposto ad ascoltare le loro storie, i loro problemi, la loro vita.
In fondo, non si dice che i veri amici si contano sulle dita di una mano?
A Mercoledì prossimo!

Vuoi entrare a far parte del nostro gruppo?

UNISCI A NOI


Leave a Reply

Pubblicato il: 21 Gennaio 2019 alle 11:35 am