mercoledì

A te, amico mio

Caro amico,

ti scrivo per dirti quanto tenga a te, per scrivere nero su bianco come la nostra amicizia sia diventata importante, per dirti che ogni barriera o pregiudizio è caduto dopo il nostro primo ciao e che abbiamo imparato a fidarci l’uno dell’altro.

Ho iniziato a farlo come volontariato, ma oggi questo termine si addice poco a ciò che siamo diventati perchè siamo confidenti, perchè io aiuto te quanto tu aiuti me e perchè ridiamo tanto assieme, fino alle lacrime. Credo fortemente che alla base di tutto ci sia stima e rispetto, due componenti che rendono solido e duraturo il nostro rapporto.

A volte capita, causa lavoro, che non posso venire al nostro appuntamento settimanale, ma il mio pensiero è comunque li con te e non mi trattengo dal scriverti un messaggio o una breve chiamata per avvisarti; so quanto ci tieni, so che ci rimani male se non mi vedi e qualcun altro ti avvisa della mia assenza.

Le parole che ti dedico hanno un valore assoluto, hanno costanza nel tempo, parlano di un rapporto costruito in anni e mantenuto da entrambe le parti con dedizione e fatica.

Assieme abbiamo riso è vero, ma tante volte ci siamo scontrati perchè non lasciamo mai perdere, siamo testardi e veniamo da esperienze di vita differenti. Le discussioni sono sempre state costruttive e hanno aperto gli occhi all’altro su tanti aspetti che nella vita di tutti i giorni trascuriamo per leggerezza.

Con un po’ di emozione ti saluto e ti confermo il nostro appuntamento di mercoledì per aggiungere un nuovo mattoncino alla nostra amicizia.

Un forte abbraccio,

una persona qualunque.

Queste poche righe racchiudono ciò che siamo, ciò che viviamo tutte le settimane: amicizie che fanno davvero la differenza.



Leave a Reply

Pubblicato il: 17 Aprile 2018 alle 4:25 pm